Absolute Poetry 2.0
Collective Multimedia e-Zine

Coordinamento: Luigi Nacci & Lello Voce

Redatta da:

Luca Baldoni, Valerio Cuccaroni, Vincenzo Frungillo, Enzo Mansueto, Francesca Matteoni, Renata Morresi, Gianmaria Nerli, Fabio Orecchini, Alessandro Raveggi, Lidia Riviello, Federico Scaramuccia, Marco Simonelli, Sparajurij, Francesco Terzago, Italo Testa, Maria Valente.

pubblicato martedì 19 novembre 2013
Blare Out presenta: Andata e Ritorno Festival Invernale di Musica digitale e Poesia orale Galleria A plus A Centro Espositivo Sloveno (...)
pubblicato domenica 14 luglio 2013
Siamo a maggio. È primavera, la stagione del risveglio. Un perfetto scrittore progressista del XXI secolo lancia le sue sfide. La prima è che la (...)
pubblicato domenica 14 luglio 2013
Io Boris l’ho conosciuto di sfuggita, giusto il tempo di un caffè, ad una Lucca Comics & Games di qualche anno fa. Non che non lo conoscessi (...)
 
Home page > e-Zine > Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale

Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale

qualche tiro da fuori lo azzecca, la raccolta di figurine per il prossimo campionato esplode! Leopardi veste rossonero

Articolo postato domenica 10 giugno 2007
da Christian Sinicco

Mi dedicavo a ben altro: la RAI passava un documentario sul ritrovamento a Livorno nel 1984 di tre false sculture di Modigliani, con tutti i critici d’arte a dire che erano vere, ottimo materiale per il prossimo convegno dei dentisti dantisti... poi, girando canale, su MEDIASET il calciomercato: Adriano pedina di scambio per Lampard, la Juve intenzionata a vendere Camoranesi e il Real pronto a rivendere Cannavaro a non so chi... previsioni meteo e scudo spaziale: miglioramento al nord per venerdì - peccato, svevianamente si poteva far cascare una bella grandinata d’atomiche, il G8 non serve mai a chiarire un beato...! news sul Domenicale: Davide Brullo scatenato sulla fascia dell’editoria. Oltre il fatto che i Piccini e i Ceni citati nell’articolo di Brullo Se vuoi pubblicare i tuoi papiri nel cassetto leggi qui sotto. Ti passerà il grillo non è che mi impressionino, anzi, mi fanno calare la pressione, vi chiedo, ma tutti questi libri di poesia, i vostri, pubblicati dalle inesistenti, piccole, medie, grandi case editrici, quanto vendono, quanto hanno venduto?
Oh Poeti, mettetevi dunque in gioco, scrivete nei commenti, nell’ordine e senza eludere i punti,
1 l’autore (ve lo rammento, sebbene sia impossibile che qualcuno si dimentichi di citarsi)
2 il titolo del libro, del cd o del catalogo, che ha venduto di più nella vostra onorata carriera
3 l’editore e l’eventuale autore della prefazione di quel libro
4 l’anno di pubblicazione
5 il numero di pagine e il prezzo, evidenziando poi
6 il numero di copie vendute, nonché
7 a quante persone è stato mandato per le recensioni e
8 il numero di recensioni, interviste, post, ricevuti su quotidiani, siti, blog, indicando pure i link e il nome dei recensori.
Tutto questo serve ovviamente per dare vita al poemercato in vista della prossima stagione agonistica - anticamente l’agone era pure inteso come gara letteraria!
Davide Brullo dice che bisogna "sfoderare una faccia da deretano", ma per cosa? Per avanzare come radiose e radioattive punte della poesia...? io son dell’idea che più di qualcosa sfugga sia alla logica del lancio astronomico della supernova mariana di Nove, con sparate intercortinentali-cortellessa-picciniane, sia al naturismo dell’Amazzonia brullesca tutta frecciatine al sottobosco; son dell’idea che, dunque, ci siano libri che vendono, in un tempo anche relativamente breve, molte copie, e che valgono proprio per questo atto del pagare di persone interessate alla poesia. Inoltre, con tutta probabilità, sui quotidiani, settimanali, questi autori non escono, e la critica militantica-dentistico-dantesca non ne parla - che abbia paura si tratti di opere di falsari?
Cosa ha a che fare Leopardi con tutto questo?


ps: news su Nazione Indiana a cura di Andrea Inglese che riprende Antonio Moresco su Il primo amore: Berlusconi sponsorizza 100.000 euro per la traduzione dello Zibaldone in english; a sinistra sono troppo presi dalle regate della Luis Vitton Cup per accorgesene...

34 commenti a questo articolo

Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale
2007-06-14 21:32:31|di lorenzo

guarda, gentile erminia, che non volevo criticare la tua idea, solo stimolarti ad argomentarla per esteso. le statistiche lasciano freddo anche me (sarà perché non pubblico proprio???? po’ esse). "esclusivamente" comunque puoi aggiungerlo, una volta che hai completato la lista, che presumo finita.

saluti,
lorenzo


Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale
2007-06-14 21:21:46|di ermi

gentile lorenzo, grazie dell’appunto.

ho già ’levato mano’, rinunciato alla polemica.

mi sono resa conto che devo appartenere a qualche generazione con idee obsolete sul ruolo del poeta, anche quando sia critico.

ma in effetti, non posso aggiungere, come mi solleciti di fare, "esclusivamente", perchè mi occupo anche di diverse altre cose e non solo di poesia (fai conto che te le ho nominate una ad una).

dunque, mi dispiace, ma non posso, anche volendo, aggiungere l’avverbio "esclusivamente".

il fatto è che proprio non so quante copie ho venduto di nessuno dei miei libri.

sincerità per sincerità? sarà che, non guadagnandoci soldi io, è un dato che non mi interessa.

ma non parliamo di questo adesso....

continuate con le statistiche e le seguirò anche con molto interesse, davvero

ciao,
e.


Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale
2007-06-14 21:08:52|di ermi

no, treasure, Chris, mi rendo conto adesso che deve essere un problema mio, e, dunque, generazionale: fai conto che non ho mosso nessuna critica a questa iniziativa e idea. Sono io che sto fuori! un bacio,
ermi


Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale
2007-06-14 21:07:59|di lorenzo

forse, gentile erminia, potresti aggiungere "esclusivamente" (mi occupo esclusivamente di questo e quest’altro), per rendere chiaro il concetto. poi spiegare perché il contravvenire a questa esclusività costituisca un pericolo per la qualità del "momento creativo" o dell’arte in generale (se è questa la tesi della tua polemica).

lorenzo


Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale
2007-06-14 20:33:21|di ermi

Chris, il problema delle vendite non mi preoccupa affatto. E’ come se non avessi scritto nulla di quello che ho scritto, allora! Parlo a vuoto, come in classe dove la gente gioca coi cellulari e, mentre tu dici una cosa, loro pensano ad altro...

E nemmeno mi sembra sia passata la mia polemica: che questi calcoli non li fanno i poeti ma altri addetti alle statistiche.

Lo ripeto: personalmente, pubblico per pubblicare, non per diffondere. E tanto meno per vendere o far vendere. Mi basta che le copie siano legalmente depositate nelle biblioteche preposte al controllo sui testi pubblicati in Italia. E le copie - pochissime - che diffondo, le regalo. Non so affatto cosa faccia l’editore con i mie libri.

Una volta li ho trovati venduti su una bancarella a lungomare, un’altra volta ad un importante libreria di Londra di italianistica!

Che ne so! Chi se ne frega. Mi preoccupo solo del momento creativo: del mercato si interessa lo studioso di queste problematiche. Io mi occupo di poesia e di analisi del testo poetico, oltre che di storia della letteratura. Per queste indagini ci sono glie sperti preposti a tali cose.

Attenzione al sole: fa male.


Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale
2007-06-14 17:27:36|di Stefano Lorefice

mai chiamato nemmeno io l’editore...m’è bastato alzarmi dal letto...aprire un cassetto...prendere il foglietto...leggere il prospetto...e nel totale trovare il conto netto...
al dicembre 2006, speditomi dall’editore Campanotto...

perdonate la rima...
oh poeti.


oh poeti

Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale
2007-06-14 12:03:09|di Christian Sinicco

Erminia, questi "studi" si fanno da quando c’è un pensiero critico sulla società di massa, ed è da parecchio che la configurazione, quindi anche la sociologia, dell’ambiente letterario viene studiata tra i banchi di scuola superiore. Tu trovi strano, boh... ti stai preoccupando che non vendi, e per questo dai contro al "mercato" perché altri lo fanno? Visti i numeri di piccole e grandi case ed., non mi pare che stiamo discutendo di mercato del petrolio, però ci sono degli aspetti da prendere in considerazione; ad esempio, scrutando delle stats, i poeti lombardi di LietoColle vendono mediamente il doppio degli altri - vuol dire che c’è un mercato florido dalle parti di Milano? Probabilmente accadrà lo stesso per Roma. Questi dati, non sono da leggere in negativo, perché sono mercato, ma pongono interrogativi. Se invece ci si vuole impiegare esclusivamente al piattume in ogni settore della vita di un paese, avanti, non serve dare vita a nulla, nemmeno scrivere poemi!
Erminia, una critica, non è solo una critica del testo, ingloba tutto.
Vado a grattarmi la pancia anch’io, finché il sole tiene... Oh Poeti!


Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale
2007-06-14 10:35:29|

"Oh Poeti, mettetevi dunque in gioco, scrivete nei commenti, nell’ordine e senza eludere i punti"

Sono troppo preso a grattarmi la pancia alla spiaggia e a scrivere un poema sul mare per rispondere a questo giochetto.

Saluti da Bruno Tozzi


Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale
2007-06-14 09:32:39|di erminia

Treasure, ---- ’Imposto’, no, Chris, ma ’sollecitato’ sì, e dunque volevo dire la mia rispetto a queste preoccupazioni ’contabili’ che ogni tanto emergono rispetto a statistiche, analisi e calcoli numerici che ogni tanto prendono forma e animano un ambiente come il nostro che è tendenzialmente letterario, fino a prova contraria.

in genere questi calcoli li fanno operatori esterni agli ambienti, appunti ricercatori ed osservatori della cosa, e non dagli artisti stessi: è curioso almeno, questo melo devi concedere, che queste statistiche oggi emergano da dentro la collettività e i gruppi di artisti. ho difficoltà a immaginare il gruppo di Aragon, o degli ermetici, o degli espressionisti cimentarsi in questi calcoli: gruppi pure che si autoriflettevano molto e visceralmente si autocriticavano - ma calcoli così non li avevo mai visti: dunque a te, caro Chris, il merito di questa inedita trovata.

buon proseguimento, cmq. seguirò l’andamento di queste verifiche contabili con molto interesse.

:)

erminia


Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale
2007-06-14 00:51:13|di Christian Sinicco

Infatti nessuno ti ha imposto di scriverli, Erminia.


Commenti precedenti:
< 1 | 2 | 3 | 4 |>

Commenta questo articolo


moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Un messaggio, un commento?
  • (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Chi sei? (opzionale)