Absolute Poetry 2.0
Collective Multimedia e-Zine

Coordinamento: Luigi Nacci & Lello Voce

Redatta da:

Luca Baldoni, Valerio Cuccaroni, Vincenzo Frungillo, Enzo Mansueto, Francesca Matteoni, Renata Morresi, Gianmaria Nerli, Fabio Orecchini, Alessandro Raveggi, Lidia Riviello, Federico Scaramuccia, Marco Simonelli, Sparajurij, Francesco Terzago, Italo Testa, Maria Valente.

pubblicato martedì 19 novembre 2013
Blare Out presenta: Andata e Ritorno Festival Invernale di Musica digitale e Poesia orale Galleria A plus A Centro Espositivo Sloveno (...)
pubblicato domenica 14 luglio 2013
Siamo a maggio. È primavera, la stagione del risveglio. Un perfetto scrittore progressista del XXI secolo lancia le sue sfide. La prima è che la (...)
pubblicato domenica 14 luglio 2013
Io Boris l’ho conosciuto di sfuggita, giusto il tempo di un caffè, ad una Lucca Comics & Games di qualche anno fa. Non che non lo conoscessi (...)
 
Home page > e-Zine > Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale

Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale

qualche tiro da fuori lo azzecca, la raccolta di figurine per il prossimo campionato esplode! Leopardi veste rossonero

Articolo postato domenica 10 giugno 2007
da Christian Sinicco

Mi dedicavo a ben altro: la RAI passava un documentario sul ritrovamento a Livorno nel 1984 di tre false sculture di Modigliani, con tutti i critici d’arte a dire che erano vere, ottimo materiale per il prossimo convegno dei dentisti dantisti... poi, girando canale, su MEDIASET il calciomercato: Adriano pedina di scambio per Lampard, la Juve intenzionata a vendere Camoranesi e il Real pronto a rivendere Cannavaro a non so chi... previsioni meteo e scudo spaziale: miglioramento al nord per venerdì - peccato, svevianamente si poteva far cascare una bella grandinata d’atomiche, il G8 non serve mai a chiarire un beato...! news sul Domenicale: Davide Brullo scatenato sulla fascia dell’editoria. Oltre il fatto che i Piccini e i Ceni citati nell’articolo di Brullo Se vuoi pubblicare i tuoi papiri nel cassetto leggi qui sotto. Ti passerà il grillo non è che mi impressionino, anzi, mi fanno calare la pressione, vi chiedo, ma tutti questi libri di poesia, i vostri, pubblicati dalle inesistenti, piccole, medie, grandi case editrici, quanto vendono, quanto hanno venduto?
Oh Poeti, mettetevi dunque in gioco, scrivete nei commenti, nell’ordine e senza eludere i punti,
1 l’autore (ve lo rammento, sebbene sia impossibile che qualcuno si dimentichi di citarsi)
2 il titolo del libro, del cd o del catalogo, che ha venduto di più nella vostra onorata carriera
3 l’editore e l’eventuale autore della prefazione di quel libro
4 l’anno di pubblicazione
5 il numero di pagine e il prezzo, evidenziando poi
6 il numero di copie vendute, nonché
7 a quante persone è stato mandato per le recensioni e
8 il numero di recensioni, interviste, post, ricevuti su quotidiani, siti, blog, indicando pure i link e il nome dei recensori.
Tutto questo serve ovviamente per dare vita al poemercato in vista della prossima stagione agonistica - anticamente l’agone era pure inteso come gara letteraria!
Davide Brullo dice che bisogna "sfoderare una faccia da deretano", ma per cosa? Per avanzare come radiose e radioattive punte della poesia...? io son dell’idea che più di qualcosa sfugga sia alla logica del lancio astronomico della supernova mariana di Nove, con sparate intercortinentali-cortellessa-picciniane, sia al naturismo dell’Amazzonia brullesca tutta frecciatine al sottobosco; son dell’idea che, dunque, ci siano libri che vendono, in un tempo anche relativamente breve, molte copie, e che valgono proprio per questo atto del pagare di persone interessate alla poesia. Inoltre, con tutta probabilità, sui quotidiani, settimanali, questi autori non escono, e la critica militantica-dentistico-dantesca non ne parla - che abbia paura si tratti di opere di falsari?
Cosa ha a che fare Leopardi con tutto questo?


ps: news su Nazione Indiana a cura di Andrea Inglese che riprende Antonio Moresco su Il primo amore: Berlusconi sponsorizza 100.000 euro per la traduzione dello Zibaldone in english; a sinistra sono troppo presi dalle regate della Luis Vitton Cup per accorgesene...

34 commenti a questo articolo

Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale
2007-06-14 00:24:08|di erminia

tresure: non ho nessun dato, ripeto. non posso fornirne, pur volendo.non li ho mai raccolti. non telefono nemmeno alla mia più cara amica per pigrizia, alle volte, o a mio fratello, figurati se posso mai prendere il telefono in mano per chiamare l’editore per chiedergli XXXX o delle monografie YYYYY: questi dati sono per me nel buio del cosmo impenetrabile.

ma non ho nulla contro queste statistiche, solo che non posso parteciparvi né con lo spirito né con il numero.

buona fortuna comunque: keep cooool.


Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale
2007-06-13 16:58:05|di Christian Sinicco

Erminia, il successo delle vendite credo non dipenda da te, ma dall’interesse che suscita un libro, da altre persone dunque. Come sai, io non sopporto l’elitarismo e la noncuranza dell’ambiente, specchio anche del malessere di questo paese, in generale, di chi non vuole prendersi delle responsabilità, pur minime.
Il riepilogo, per chi vuol partecipare, serve anche a capire come ci si è mossi, tutti dati interessanti - mi piacerebbe postassero i loro numeri tutti i blogger di absolute che han pubblicato, certo, ma non mi pare che chiedere di partecipare ad un agone, sia chiedere di gettare se stessi da una rupe. Come sempre si chiede, qualcuno dà: che capisca il bandolo della matassa?
Poi, si vuole pure dimostrare che se si conteggia l’1+1+1+1+1+1+1+1+... emergono non poche copie vendute. Che ne so, i primi 30 libri LietoColle, totalizzano 20.000 copie vendute dall’editore on-line, nelle librerie, nelle fiere (esluse quelle che si vendono i poeti dunque): gli autori di questi libri con un percorso letterario conosciuto sono solo la Alda Merini, Franco Loi e Giampiero Neri. Al fine del discorso e della polemica a proposito del sottobosco evocato da Brullo, questi sono dati. Gli altri editori? Che performance hanno? Da questo lato, si possono notare anche i problemi strutturali del proto-ambiente.
Poi, ovviamente, c’è l’agone, i poeti scrivono qui le proprie, piccole, performance di vendita (mamma mia il mercato, che paura! ...perché si deve sapere che i poeti non comprano nemmeno i pomodori, vivono di aire!): da quello che è emerso l’importanza data alle recensioni (l’affidare un commento ad un altro), alle letture, alle performance, agli incontri, è una parte vitale di un ambiente letterario. Questo ambiente non può sottovalutare ciò che emerge, da diversi punti di vista, pure da quello delle vendite.
La domanda è: è più importante Alborghetti o la plakkettina di chichessia venduta in 20 copie e regalata ai due tre critici? La critica dovrebbe porsi anche delle domande sul mercato, soprattutto se non è d’accordo, se vuole dissentire quando fa un discorso.
Detto questo, ti saluto, e se vuoi partecipare con i tuoi dati, bene, altrimenti sei libera nei tuoi baratti - nessuno te lo nega!


Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale
2007-06-13 08:10:28|di erminia

scusate, deve essere saltato qualcosa: roprovo a riformulare la frase inziiale del mio commento.

"non mi sono mai fatta questi calcoli delle copie VENDUTE PERCHE HO PUBBLICATO LE MIE RACCOLTE sempre gratuitamente essendo coinvolta in case editrici come ’unpaid series editor’ (direttice di collana non retribuita che così..."

ciao cmq e buona giornata... (non sono snob, scherzavo per rendere l’idea! lo sai!)


Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale
2007-06-13 08:02:54|di erminia

Chris,
sono abbastanza ’snob’ :) da ritenere un successo come poeta offensivo. o almeno, la sua preoccupazione. non sono mai andata a farmi questi calcoli delle copie sempre gratuitamente essendo coinvolta in case editrici come ’unpaid series editor’ (direttice di collana non retribuita che così). è un modo dignitoso, secondo me - provateci. tu offri la tua competenza e loro dopo un certo numero di pubblicazioni che tu curi, ti pubblicano il tuo libro. conosco tanti direttori di collana anche di prestigio che fanno accordi di questo tipo con l’editore. si lavora duro, ma alla fine è soddisfazione per tutti.

non vorrei ripetermi, ma il successo di vendite non lo cerco, ecco perchè uso il web per fare conoscere le mie poesie e ho anche un e-book: dove giacciano le raccolte che ho prodotto non so...le ho regalate a destra e a manca, o meno gli editori.

penso piuttosto che in uno stato ideale, i libri di poesia - così come i cd e i video clips - dovrebbero essere a disposizione dei lettori nelle pubbliche biblioteche e non costituire un vile mercato, come in UK.

gli artisti dovrebbero prendere grants per le loro opere e basta, non introiti, e fare o lavori legati all’arte o professioni di loro gradimento.

le case editrici dovrebbero essere distato. e produrre solo a spese loro, mai degli autori.

magari per paradosso questa mancanza di preoccupazione, a lungo andare, produrrà il contrario di quello che voglio e le mie raccolte diventeranno popolari. cmq, cito a tal proposito Oscar Wilde again and again:

«L’ambizione è l’ultimo rifugio del fallito»

«Il pubblico è stupendamente tollerante: perdona tutto, tranne il genio»

«Sono fin troppo consapevole del fatto che si vive in un’epoca in cui solo gli ottusi sono presi sul serio»


Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale
2007-06-12 16:43:07|di Christian Sinicco

1. Christian Sinicco

2. passando per New York

3. LietoColle, prefazione a cura di Cristina Benussi

4. finito di stampare il 22 gennaio 2005, il giorno di San Valerio

5. pag. 60, euro 10

6. 390 copie vendute dall’editore + 200 da me durante le presentazioni (? o forse più, non ricordo)

7. 30 copie inviate all’inizio a critici, blogger, poeti, più credo altre 20 in questi due anni

8. recensioni su Il Piccolo (Tiziana Carpinelli), Su Whipart.it (Annalisa Cameli), Fucine Mute (Luigi Nacci), Radici delle isole (Sebastiano Aglieco), Alessandro Ramberti (Faranews), La cugina Argia (Cristina Babino), Poiein (Gianmario Lucini, Il Domenicale (Davide Brullo), AbsolutePoetry (Martino Baldi), Almanacco del Ramo D’Oro (Roberto Dedenaro), diegozandel.it (Diego Zandel, Network, mensile fvg / InCittà (Corrado Premuda)...


Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale
2007-06-12 16:12:28|

mii davvero? Ho Sbagliato calcoli di parecchio...

Mi scuso x l’errata contabilizzazine e per il dato sbagliato dato in lettura.

fabiano


Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale
2007-06-12 14:10:51|di Stefano Lorefice

1) Lorefice Stefano

2) L’esperienza della pioggia

3) Campanotto editore, collana Zeta Line

4) Aprile 2006

5) 64 pag, euro 8,50

6) dati fino a Dicembre 2006: 300 copie vendute circa...per il 2007 non so ancora nulla...

7) una trentina di copie...

8) Poesia, Poiein, Tellus Folio, Culturactif Suisse, Niederngasse ed altri. Varie leutture, di cui alcune ad emittenti radio (nazionali e locali).

Altre mie raccolta:
"Prossima fermata Nostalgiaplatz" Editrice Clinamen (Settembre 2002) circa 300 copie

"Budapest Swing Lovers" Edizioni Clendestine (Maggio 2004) circa 400 copie


http://cbh.splinder.com

Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale
2007-06-12 10:13:25|di Christian

Fabiano, con L’opposta riva LietoColle ha venduto 900 copie + immagino vadano aggiunte quelle prese da te e da te rivendute e quelle spedite ai critici, mentre Verso Buda ha totalizzato 300 copie vendute, sempre solo parlando di quelle vendute dall’editore. Comunque un successone!


Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale
2007-06-12 01:35:03|

1 Fabiano Alborghetti

2 L’opposta riva

3 ed. LietoColle (prefazione di Giampiero Neri)

4 Aprile 2006

5 pagg. 90 - 13 euro

6 con resoconto orale dell’editore (ma riscontrabile dal numero che indica l’edizione) siamo piu o meno a quota 1200 (200 copie ogni tiratura, siamo a buon punto della sesta)

il libro è ancora in catalogo e in vendita

7 circa un 20 copie inviate a riviste, critici, siti ecc. (invii fatti dall’editore)
circa 30 copie inviate come sopra ma sono stati invii fatti direttamente.

8 ha avuto molte recensioni tra cui (in ordine sparso) :
- La Repubblica (Gian Paolo Serino),
- Le Monde diplomatique (Mia Lecomte)
- Nuovasesto (quindicinale di 250.ooo copie - recensione di Paolo Fichera)
- La Poesia e lo spirito (Adam Vaccaro),
- Il Giornale del popolo (svizzera - il III quotidiano del Canton Ticino - Gilberto Isella),
- KULT (rivista a tiratura nazionale - Gian Paolo Serino),
- La Voce di Mantova (Alberto Cappi)
- ALLEO (sito web - Alessandro Agostinelli))
Le altre non me le ricordo.
ne conterei - tra recensioni e citazioni - circa una settantina.
Successivamente mi sono stati richiesti interventi che parlassero della genesi del libro. Aggiungiamo circa 20 "extra" che sono connessi al libro (e indi lo pubblicizzano) ma non sono vere e proprie recensioni.

- Interviste radio: circa 20 tra cui RTSI Svizzera Italiana (radio nazionale svizzera - in diretta per 30 minuti)e Lifegate (che ne ha fatto una puntata della trasmissione "La stanza dello scirocco")

9 del libro "Verso Buda" - ed. LietoColle, 2004 - prefazione Mary.B. Tolusso - 60 pagg - 10 euro, siamo piu o meno a quota 500 copie ma adesso - seppur viva di vita propria - va al traino de L’opposta riva.

10 - 20 copie inviate a riviste, siti, poeti, scrittori, blog ecc.
11 oltre a quelle apparse sugli stessi siti e riviste del libro precedente ha ricevuto diverse recensioni apparse che sono disponibili sul sito LietoColle e che non ricordo a memoria.
Si e’ ben piazzato in alcuni premi (senza conoscenze e marchette)


Il mercato della poesia? Brullo opinionista sul Domenicale
2007-06-11 18:46:34|di Gabriele Pepe

1 gabriele pepe

2 parking luna

3 ed. arpanet prefazione dell’editore stesso

4 febbraio 2002

5 pagg. 80 - 8 euro

6 ho avuto dall’editore dopo un anno un primo resoconto di 385 copie cartacee vendute 1 ebook e tre pdf. Dopo non ho avuto altri resoconti anche se il libro è ancora in catalogo e in vendita

7 circa un 30/40 copie inviate a riviste, critici, siti ecc.

8 ha avuto molte recensioni tra cui: Poieis; Avvenire; Tam Tam; Il Segnale; Storie; Tirature ’03 (Ed. Il Saggiatore 2003; Gradiva. In rete: pseudolo.it; poiein.it; edizionijoker.com (Frontiere); rivistasinestesie.it; sagarana.net; porpore.com; nabanassar.com; lietocolle.com; Rotta nordovest; Vico Acitillo e molte altre che al momento mi sfuggono.

9 del libro "Di corpi franti e scampoli d’amore" - ed. LietoColle nov. 2004 - prefazione Gianni Turchetta, postfazione Gianmario Lucini - 60 pagg - 10 euro, non ho mai ricevuto resoconto vendite quindi non so quante copie ne sono state vendute finora.

10 70/80 copie inviate a riviste, siti, poeti, scrittori, blog ecc.

11 oltre a quelle apparse sugli stessi siti e riviste del libro precedente ha ricevuto diverse recensioni apparse sul sito della lietocolle.


Commenti precedenti:
< 1 | 2 | 3 | 4

Commenta questo articolo


moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Un messaggio, un commento?
  • (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Chi sei? (opzionale)