Absolute Poetry 2.0
Collective Multimedia e-Zine

Coordinamento: Luigi Nacci & Lello Voce

Redatta da:

Luca Baldoni, Valerio Cuccaroni, Vincenzo Frungillo, Enzo Mansueto, Francesca Matteoni, Renata Morresi, Gianmaria Nerli, Fabio Orecchini, Alessandro Raveggi, Lidia Riviello, Federico Scaramuccia, Marco Simonelli, Sparajurij, Francesco Terzago, Italo Testa, Maria Valente.

pubblicato martedì 19 novembre 2013
Blare Out presenta: Andata e Ritorno Festival Invernale di Musica digitale e Poesia orale Galleria A plus A Centro Espositivo Sloveno (...)
pubblicato domenica 14 luglio 2013
Siamo a maggio. È primavera, la stagione del risveglio. Un perfetto scrittore progressista del XXI secolo lancia le sue sfide. La prima è che la (...)
pubblicato domenica 14 luglio 2013
Io Boris l’ho conosciuto di sfuggita, giusto il tempo di un caffè, ad una Lucca Comics & Games di qualche anno fa. Non che non lo conoscessi (...)
 
Home page > e-Zine > Luigi Romolo Carrino

Luigi Romolo Carrino

Il Sonno Della Estate Che Vinse Gli Amanti

Articolo postato mercoledì 26 settembre 2007

Tra le onde del fare e disfare
gli amanti distrussero il sonno
sul niente andare de la estate che tornava
per addormentarli tra le chele di un granchio
e ne la conchiglia.

E su le rive del male
a uno dei due
girato di spalle certo che no
per nulla tornare nulla soccombere
promise la tiepida notte al tramonto
le ime ninfomanie
dischiuse a le stelle compulsive e disagiate
del dieci agosto di ogni mare e scintillìo.

A uno dei due
, nudo e speciale il mare della estate che venne,
venne e suonò la bella morte a mezz’amore
tra gli occhi chiari su per l’inganno
l’inganno innocente del venne l’estate.

Poi s’indivise il certo nulla e poi matto uno
a mortificare gli amanti con l’aria
nell’altro
o
l’altro alla mano,
al pezzo di schiena scioccato disse
disse ad un tratto:
“non ti conosco, non so se sei forte”.
E venne l’estate. A uccidere il sogno agli amanti.

Gli amati gli amanti di un giorno venne l’estate
e li ammazzò come due cuccioli superflui e uno
guardava il tramonto scodinzolando
con le zampe impalate nel cuore e l’altro
un rantolo dedicò all’ultimo quarto di sole
e, poi, l’amore.

Per avvicinarsi all’autore:

Acquemagre

3 commenti a questo articolo

Luigi Romolo Carrino
2007-10-10 11:28:20|di Blumy

“Luigi Romolo, ti ho già detto che sei grande. E che male c’è se ti piacciono i formaggi ? Tu hai temperamento da vendere, anzi, da regalare, ragazzo mio. Lasciatelo dire dalla vecchia Blumy che ha già vissuto -e male- la sua vita e sogna su quelle grandiose degli altri.
un abbraccio (fraterno, altrimenti Rita mi tira le orecchie)

Blumy”


e che titolo ?

Luigi Romolo Carrino
2007-10-01 12:52:15|

grazie infinite silvia, sei molto gentile.

lrc


Luigi Romolo Carrino
2007-09-30 21:46:58|di molesini

E poi segnalo due suoi bei videopoetry, realizzati in collaborazione con nuovi autori:

Terry a Novembre

e

Le danze di Matisse


Commenta questo articolo


moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Un messaggio, un commento?
  • (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Chi sei? (opzionale)