Absolute Poetry 2.0
Collective Multimedia e-Zine

Coordinamento: Luigi Nacci & Lello Voce

Redatta da:

Luca Baldoni, Valerio Cuccaroni, Vincenzo Frungillo, Enzo Mansueto, Francesca Matteoni, Renata Morresi, Gianmaria Nerli, Fabio Orecchini, Alessandro Raveggi, Lidia Riviello, Federico Scaramuccia, Marco Simonelli, Sparajurij, Francesco Terzago, Italo Testa, Maria Valente.

pubblicato martedì 19 novembre 2013
Blare Out presenta: Andata e Ritorno Festival Invernale di Musica digitale e Poesia orale Galleria A plus A Centro Espositivo Sloveno (...)
pubblicato domenica 14 luglio 2013
Siamo a maggio. È primavera, la stagione del risveglio. Un perfetto scrittore progressista del XXI secolo lancia le sue sfide. La prima è che la (...)
pubblicato domenica 14 luglio 2013
Io Boris l’ho conosciuto di sfuggita, giusto il tempo di un caffè, ad una Lucca Comics & Games di qualche anno fa. Non che non lo conoscessi (...)
 
Home page > e-Zine > PREMIO BAGHETTA: resoconto e poesia inedita della vincitrice Livia (...)

PREMIO BAGHETTA: resoconto e poesia inedita della vincitrice Livia Candiani

(gli altri finalisti: Elisa Biagini, Mauro Fabi, Vivian Lamarque, Marco Molinari, Lina Salvi)

Articolo postato martedì 18 marzo 2008
da Luigi Nacci

Si è svolta da poco la cerimonia conclusiva del Premio Baghetta. Il segretario del concorso, Andrea Cirolla, ci ha spedito un resoconto, accompagnato da un articolo uscito (oggi) sul quotidiano di Bergamo e da una poesia inedita della vincitrice, Livia Candiani.


Dopo un’indimenticabile prima edizione, svolta e organizzata dal circolo Arci Martiri di Turro di Milano (vincitore fu Valentino Ronchi con Canzoni di bella vita, Lampi di Stampa 2006, davanti a Roberto Amato, Patrizia Cavalli, Giuliana Rigamonti, Claudio Damiani e Valerio Magrelli), il Premio BAGHETTA approda in terra bergamasca. Più precisamente a Solza, presso il Castello B. Colleoni, sotto l’organizzazione dell’associazione LUNANUOVA.

Soci dell’associazione hanno provveduto a selezionare 6 libri di poesia tra quelli usciti in Italia nel 2007:


- Elisa Biagini, NEL BOSCO, Einaudi


- Livia Candiani, BEVENDO IL TE’ CON I MORTI, Viennepierre


- Mauro Fabi, FIORI IN PERICOLO, Avagliano


- Vivian Lamarque, POESIE PER UN GATTO, Mondadori


- Marco Molinari, SEGUIAMO E ACCAREZZIAMO, Il ponte del sale


- Lina Salvi, ABITARE L’IMPERFETTO, La vita felice

Da ciascuno di essi ha ricavato un file contenente il 15% delle pagine complessive secondo un criterio di massima "fedeltà": le 6 sintesi sono state recapitate a una giuria telematica composta da personalità eminenti della cultura italiana (tra le quali Giampiero Neri, Gianni Vattimo, Lella Costa, Roberto Saviano, Alberto Casiraghy). Dalla votazione di questa giuria si sono ottenuti i primi due testi finalisti, che con il terzo e il quarto - scelti plebiscitariamente in rete, sul sito www.baghetta2.splinder.com - hanno concorso per l’assegnazione della vittoria. Tra i quattro finalisti - Elisa Biagini, Livia Candiani, Vivian Lamarque, Lina Salvi - un convivio/giuria di 60 persone della più varia estrazione sociale e della più viva propensione poetica, ha decretato la vincitrice: Livia Candiani, con il suo Bevendo il té con i morti, Viennepierre.

La conclusione del Premio ha coinciso, sabato 15 marzo, con l’inaugurazione di una mostra d¡ arte: Immagini Recenti, di P. Dorigatti, L. Ragozzino, I. Bressan, L. Sturla, A. Rebori, E. Casella.

***

Livia Candiani è nata nel 1952 a Milano, dove vive attualmente. Sue poesie sono in Antologia della poesia femminista italiana, Savelli 1978; Poesia degli anni settanta, Feltrinelli 1979; La pratica del desiderio, Sascia 1986. Ha pubblicato: Fiabe vegetali, Aelia Laelia 1984, Una poesia, Il pulcino elefante 1996; Ritratto, Il pulcino elefante 1998; Io con vestito leggero, Campanotto, 2005; La nave di nebbia. Ninnananne per il mondo e La porta, La biblioteca di Vivarium, 2006; Bevendo il té con i morti, Viennepierre, 2007. Nel 2001 ha vinto il premio Montale per l’inedito. Da anni collabora col sassofonista Gianni Mimmo per trasportare la poesia fuori dai libri; tiene seminari di poesia nelle scuole elementari. Traduce dall’inglese testi buddhisti.


Vorrei guardare il mondo
con occhi di nonna,
perle svagate e tenere,
accarezzarlo
come un vecchio malato
respirare
la sua aria di pestilenza
come odori notturni di bambino.
Non temo
le sue malattie
ma i suoi gioielli acuminati
non le sue polveri sottili
ma la distanza
della guerra candida.

Mi manca
il mondo,
come una rete di pioggia
sopra il palato lacerato
di poeta.

I momenti seduti
con te
sono strappati
al petto trafitto del mondo,
le frecce abbandonate
sul pavimento
preghiamo
di avere memoria
e sguardi senza orizzonte,
puntati,
qui.

Di guerrieri vestiti di filo spinato
ha bisogno il mondo,
di sacra ira
di occhi spalancati
a bere
la sua notte di sangue
secco.
Cosa si dice
quando si dice
mondo
palla nella pancia
che ingravida
o uccide
palla al piede
o quadrato ardente
di significati
rete?

Resta a casa
con il fuoco della cucina
e il vento
dell’aspirapolvere,
ogni oggetto del mondo
li contiene uno per uno
i suoi
fratelli:
liberali tutti!

(inedito)

23 commenti a questo articolo

PREMIO BAGHETTA: resoconto e poesia inedita della vincitrice Livia Candiani
2008-03-18 16:43:27|di sch. w.

Spirito anarchico del premio, sorniona contestazione al "Bagutta"... e in giuria Vattimo, Costa, Saviano, che sono establishment. Bah!


PREMIO BAGHETTA: resoconto e poesia inedita della vincitrice Livia Candiani
2008-03-18 14:26:59|di St.L.

Candiani. Meritatissimo.


http://cbh.splinder.com

PREMIO BAGHETTA: resoconto e poesia inedita della vincitrice Livia Candiani
2008-03-18 13:39:59|di Andrea

Splendida Chandra.

Andrea

p.s. la bellissima mostra tuttora allestita al Castello di Solza ha un titolo in rima, per rimanere in tema di poesia:
παρα20 - Immagini Recenti.


Commenti precedenti:
< 1 | 2 | 3

Commenta questo articolo


moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Un messaggio, un commento?
  • (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Chi sei? (opzionale)