Absolute Poetry 2.0
Collective Multimedia e-Zine

Coordinamento: Luigi Nacci & Lello Voce

Redatta da:

Luca Baldoni, Valerio Cuccaroni, Vincenzo Frungillo, Enzo Mansueto, Francesca Matteoni, Renata Morresi, Gianmaria Nerli, Fabio Orecchini, Alessandro Raveggi, Lidia Riviello, Federico Scaramuccia, Marco Simonelli, Sparajurij, Francesco Terzago, Italo Testa, Maria Valente.

pubblicato martedì 19 novembre 2013
Blare Out presenta: Andata e Ritorno Festival Invernale di Musica digitale e Poesia orale Galleria A plus A Centro Espositivo Sloveno (...)
pubblicato domenica 14 luglio 2013
Siamo a maggio. È primavera, la stagione del risveglio. Un perfetto scrittore progressista del XXI secolo lancia le sue sfide. La prima è che la (...)
pubblicato domenica 14 luglio 2013
Io Boris l’ho conosciuto di sfuggita, giusto il tempo di un caffè, ad una Lucca Comics & Games di qualche anno fa. Non che non lo conoscessi (...)
 
Home page > e-Zine > Poesia e canzone d’autore in Italia. Evoluzioni contemporanee e fantasie di (...)

Poesia e canzone d’autore in Italia. Evoluzioni contemporanee e fantasie di avvicinamento

Siena, 10-12 ottobre 2007

Articolo postato giovedì 4 ottobre 2007
da Adriano Padua

Convegno di Studi. Siena, 10-12 ottobre
Aula Magna Rettorato, Complesso Museale Santa Maria della Scala

Il convegno Poesia e canzone d’autore in Italia. Evoluzioni contemporanee e fantasie di avvicinamento rappresenta la conclusione del primo ciclo di attività del Centro Studi Fabrizio De André dell’Università di Siena.
La scelta di un tema come quello dei rapporti fra la canzone d’autore e la poesia risponde a sollecitazioni particolarmente avvertite dalla comunità scientifica e sempre più al centro dell’interesse in vari settori della comunicazione. Molti studi recenti sulla poesia contemporanea e sulla canzone toccano l’argomento e le relative problematiche sostenendo l’urgenza di uno studio approfondito e articolato. Del resto l’importanza della canzone d’autore nella cultura contemporanea è ormai un fatto riconosciuto. Proprio negli ultimi anni si è approfondito l’interesse specifico per questo genere artistico da parte sia del mondo scientifico sia dell’editoria.
Oggetto del convegno sono, in particolare, i modi e le forme in cui la poesia e la canzone d’autore italiane appaiono oggi in dialogo, in tangenza o in contrasto: specificità reciproche, ma anche affinità, contaminazioni, influenze tra l’una e l’altra.
Il convegno rappresenterà dunque anche un momento di analisi e di riflessione sullo statuto della cosiddetta “canzone d’autore” alla luce delle sue recenti evoluzioni e dei suoi rapporti con la poesia e con la letteratura in genere, ma anche con tutte le forme di spettacolo e di performance.

Il programma completo è scaricabile in formato word (icona in alto a destra). Per ulteriori informazioni consultare il sito del convegno.

46 commenti a questo articolo

Poesia e canzone d’autore in Italia. Evoluzioni contemporanee e fantasie di avvicinamento
2007-10-11 22:45:31|di matteo fantuzzi

eh eh eh... mi associo al fatto che sono i cattivi poeti a fare male alla poesia. comunque silvia convincimi: dimostrami che battiato è un poeta :)

(oh, io adoro battiato)

non dico coinvincimi che conte sia un poeta perchè la frase è magnificamente equivoca... ah ah ah !!!


UniversoPoesia

Poesia e canzone d’autore in Italia. Evoluzioni contemporanee e fantasie di avvicinamento
2007-10-11 13:57:26|

Ma come? E il "primo scalino" di cui Teocrito parla ad Eumene in una lirica di Kavafis? Io son d’accordo con Kavafis!


Poesia e canzone d’autore in Italia. Evoluzioni contemporanee e fantasie di avvicinamento
2007-10-11 10:41:45|di lorenzo

già, quelle caute, timide, accademiche "fantasie d’avvicinamento" fanno proprio sorridere. poi diciamo anche questo: essere un *poeta scarso* è ancora più doloroso che *non essere proprio poeta*.
ergo si può anche smettere di dire che considerare poeti i cantautori significhi render loro un servizio, o innalzare la categoria... quanto ad abbassare la poesia invece, ci pensano già i poeti di professione...

lorenzo


Poesia e canzone d’autore in Italia. Evoluzioni contemporanee e fantasie di avvicinamento
2007-10-10 20:17:07|di Realismo o Pessimismo? E chi può dirlo...

Niente streaming, lo sapevo.


Poesia e canzone d’autore in Italia. Evoluzioni contemporanee e fantasie di avvicinamento
2007-10-09 01:41:12|di Molesini

Vedi Matteo, mica son d’accordo.
Lascia perdere Asor Rosa e Baglioni, che fanno caso a sé, anche perché quest’ultimo, dopo le batoste ingiuste continuamente presosi negli anni della sua mancata militanza, meritava che qualcuno di "forte" dicesse qualcosa su di lui...

Parliamo proprio di Conte, Battiato, De Gregori, parliamo di De André e di Capossela (lui non è in programma), parliamo dei Marlène Kuntz! Di quel geniale capomastro dei CCCP! E ti dirò di più: parliamo dei Baustelle e degli Afterhours.

Dov’è il netto contrasto con la poesia se si fa canzone? Casomai la canzone è diventata vera industria, e muove interessi e propaga attenzione. Quindi la poesia, se mai ha mosso animi di gente e non solo intelligenze letterarie, è lì che va ad esprimersi, ora.
Questo ovviamente non significa che non possa continuare ad occupare ambiti più contriti, o più selettivi, o meno omologati, come suole fare.

Ma la sua espressione sulla scena, nel teatro, nella canzone (che del resto, con le sue stanze, è una antica forma di poesia) non traccia alcun confine netto, a mio vedere.
Me la ridevo un poco, infatti, delle "fantasie di avvicinamento", come se certi canoni non andassero toccati, come se non fossero già stati passati al giusto tritacarne delle avanguardie!

E se ristabiliamo i ruoli, perché pare che questo continuamente ci faccia convinti del fatto che esiste qualcosa, facciamolo senza ripetere le illusioni che hanno forgiato i precedenti ruoli distrutti, andiamo a quella specie di essenza che non rende il rimedio peggiore della malattia.


Poesia e canzone d’autore in Italia. Evoluzioni contemporanee e fantasie di avvicinamento
2007-10-07 15:28:38|di Battuta pessima

Pessima? Si fa quel che non si può, naturalmente.


Poesia e canzone d’autore in Italia. Evoluzioni contemporanee e fantasie di avvicinamento
2007-10-07 15:19:39|di Why?

Beh, che male c’è se alle origini della letter. greca poesia e "canzone d’autore" coincisero? Questo accostamento, indipendentemente da qualsiasi tesi sostenga il convegno, è comunque secondo me evocativo e stimolante...e i limiti, i confini, nell’arte, sono il più delle volte illusori...


Poesia e canzone d’autore in Italia. Evoluzioni contemporanee e fantasie di avvicinamento
2007-10-07 12:58:13|di matteo fantuzzi

al di là di tutte le battute pessime che mi vengono in mente... io spero che dal convegno esca il netto contrasto che c’è tra poesia e canzone d’autore, vengano ribadite le nette distante e la si smetta di fare credere che de andrè e/o paolo conte (entrambi mostri sacri della nostra canzone d’autore, beninteso) siano poeti quando fanno canzone d’autore. ma non se li ricorda nessuno gli spernacchi che un paio di anni fa si presero un paio di noti critici quando dissero che vasco rossi poteva essere considerato un poeta popolare ?

o tempora, o mores...


UniversoPoesia

Poesia e canzone d’autore in Italia. Evoluzioni contemporanee e fantasie di avvicinamento
2007-10-05 22:00:56|di scetticamente

...effettivamente...chissà se si farà mai questa registrazione....eh....


Poesia e canzone d’autore in Italia. Evoluzioni contemporanee e fantasie di avvicinamento
2007-10-05 21:58:04|di riuturi

Ragiuni aviti! Tutti e dui, vuatri e dui! L’ultimi dui ca cummintaru, va!


Commenti precedenti:
< 1 | 2 | 3 | 4 | 5

Commenta questo articolo


moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Un messaggio, un commento?
  • (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Chi sei? (opzionale)