Polemos
 
 
Home page > Polemos

(se lo chiede Massimo Onofri, che salva gli scomparsi Baldacci, Raboni e i vivi e vegeti Berardinelli, Manica, Ficara, Febbraro e, in parte, Cortellessa; a seguire si riesuma un articolo del Baricco nazionale)

Articolo postato martedì 25 dicembre 2007
da Luigi Nacci
Posto un articolo apparso il 28 novembre scorso sul "Corriere della Sera" a firma di Cristina Taglietti. Il tema è all’ordine del giorno negli ultimi anni. Esistono ancora i critici militanti? E chi sono? Prova a rispondere Massimo Onofri, docente di critica letteraria all’Università di Sassari. *** Dibattito - Il pensiero militante nell’ epoca del conformismo. Interviene Massimo Onofri Critici, essere faziosi è un dovere «Né piacevoli né corretti». I modelli restano Baldacci e (...)
32 commenti

Sulla strage operaia di Torino

Articolo postato sabato 8 dicembre 2007
da Lello Voce
Pubblico qui di seguito il comunicato apparso nel luglio scorso, dopo il primo incendio accaduto nell’acciaieria torinese, sul sito della Thissen Krupp Acciai Speciali Terni SPA. Un mix di stupefacente mancanza di pudore e di distrazione ha fatto sì che il comunicato sia ancora lì, sul sito del gruppo a questo link. Io comunque lo riproduco qui di seguito.... Forse nella sede di Terni tutto quanto è a posto, tutto è all’avanguardia, ma a Torino certamente no. Perché? E perchè si pubblicava in (...)
2 commenti
Articolo postato domenica 23 settembre 2007
da Lello Voce
Con il pezzo pubblicato su Il Treviso lunedì 17 settembre si è chiusa la mia collaborazione ai quotidiani del gruppo E Polis. E Polis, che aveva iniziato a pubblicare in Sardegna nel 2004, era poi diventato un quotidiano a diffusione multiregionale e aveva raggiunto una tiratura di più di 700.000 copie, sotto la direzione di Antonio Cipriani. A luglio 2007 note vicissitudini editoriali ne avevano interrotto la pubblicazione, che è ripresa a settembre con un nuovo assetto proprietario. (...)
3 commenti

quello che non si uniforma

Articolo postato lunedì 27 agosto 2007
da Christian Sinicco
Alcune dichiarazioni sulla lingua e sull’identità friulana, ai margini della discussione sulla legge che tutela le minoranze, stanno assumendo sulle pagine dei quotidiani del Friuli - Venezia Giulia i contorni di un film di guerra, a tratti banale se non banalissimo come trama: fucilare le diversità. Se pur il presidente Illy si dice favorevole all’ingresso dell’insegnamento del friulano nelle scuole, ci si dovrebbe innanzitutto domandare quale friulano... Un mese fa, ai margini della "Festa di (...)
3 commenti

un’invettiva open-source dedicata ai Bouvards e ai Pécuchets della poesia contemporanea

Articolo postato lunedì 23 luglio 2007
da Lorenzo Carlucci
sono lieto di presentarvi questo s.p.e.r.m. (several pages electronic ready-made), da dedicarsi a 1. li poeti vanguardisti 2. li poeti transgender 3. li poeti marchiciani 4. li poeti maestrielementari 5. li poeti dottor(&)i in italianistica 6. li poeti magneristi 7. li poeti-pantegana de roma 8. li poeti macchinici 9. li poeti ciccionici 10. li poeti oranti 11. li poeti de provincia 12. li poeti anali 13. li poeti pissing 14. li poeti a filo d’oro 15. li poeti (...)
63 commenti
Articoli precedenti:
... | < 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 |> |...