Polemos
 
 
Home page > Polemos

alfabeta2, 2011, dicembre

Articolo postato lunedì 5 dicembre 2011
da Lello Voce
(Si tratta dello scritto introduttivo al focus Poesia mondo festival, pubblicato sul numero in edicola di alfabeta2 e che riunisce gli interventi tenuti in luglio a Medellin dai fondatori del World Poetry Movement) La poesia nasce prima dei poeti. La poesia nasce nel mondo, non prima del mondo, anche se poi, per prima, si affanna a cercare un codice per rendere comprensibile il mondo. C’è poesia ben prima che si abbia notizia di qualsiasi poeta, se è vero, ed è vero, che essa è il medium (...)
1 commenti

di Lello Voce

Articolo postato domenica 13 novembre 2011
da Lello Voce
Ei fu ( e speriamo mai più sia...) Per festeggiare (in attesa di iniziare a piangere per chi lo sostituisce) piace al sottoscritto offrirvi reperto di ciò che tra le paginazze di Baldus si diceva quando tutto questo appena cominciava. Non per dire: io l’avevo detto. Piuttosto per sottolineare quanto tutto fosse già chiaro. Già allora. Già a tutti. O se non a tutti a noi.... Appunto: io/noi lo si era detto, bischeri che si era... Noi siam riamsti bischeri, Lorsignori son rimasti fascisti, la (...)
0 commenti

di Massimiliano Manganelli

Articolo postato venerdì 11 novembre 2011
La classifica Pordenonelegge Dedalus di ottobre 2011 relativa alla poesia fa sobbalzare, ma è alquanto indicativa di una situazione in atto da anni: tra i primi sette posti, infatti, figurano ben quattro titoli pubblicati dall’editore Transeuropa. Scartata subito l’ipotesi di pressioni di carattere editoriale – quel tipo di classifiche nasce proprio per contrastare tanto certe logiche puramente mercantili quanto le piccole mafie dei premi –, si arriva facilmente a una conclusione che (...)
2 commenti

L’Unità, 2011, luglio

Articolo postato giovedì 21 luglio 2011
da Lello Voce
C’è un aspetto particolarmente interessante nel dialogo che, a proposito di poesia, si è sviluppato tra Bordini e Mariani su queste medesime colonne, alcuni giorni fa. Esso è costituito dall’idea che la poesia sia tanto uno spietato percorso di conoscenza interiore, che sa bene, però, quanto ognuno di noi sia un’intera città (Spatola) e che l’individuo non è che il luogo di ‘tutti i rapporti’, come sostiene Mariani, quanto un’apertura ad una dimensione pubblica: più che una ‘casa’, una ’piazza’, come (...)
1 commenti

di Francesco Terzago

Articolo postato giovedì 5 maggio 2011
Si può usare Saviano per parlare praticamente di qualsiasi cosa: di politica, di cucina, di odontoiatria, di maschio latino e, se proprio lo vogliamo, di poesia; dello stato della letteratura nel nostro paese e di poesia. Con Saviano e su Saviano si combatte una delle più interessanti battaglie culturali degli ultimi tempi, almeno questo è quello che ci vogliono far credere, ma l’obiettivo, come sempre, è quello di dividerci tra due tifoserie. Se Saviano è veramente lo scrittore con la S (...)
2 commenti
Articoli precedenti:
< 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |> |...