Teoria e critica
 
 
Home page > Teoria e critica

dalle macerie al mondo, e liberazione dell’energia (seconda parte)

Articolo postato sabato 15 ottobre 2005
da Christian Sinicco
Per uno scenario post-industriale, la nuova cosmogonia è una periferia in attesa di bonifica, ma quale natura possiamo attribuirle? L’erba cresce sul cemento, è come una piaga; enormi contenitori di gas naturale erosi dall’acqua, e la verticalità delle linee della ruggine. Sono passati anni da quando i gasometri funzionavano. In mezzo, persone in cammino, ma verso dove? Tra queste macerie, composte, ben allineati, forse, anche noi potremmo amplificare, dilagare come ombre, scorti da lontano, (...)
2 commenti

sui luoghi dell’ascolto di Roberto Paci Dalò (prima parte)

Articolo postato martedì 11 ottobre 2005
da Christian Sinicco
Sono di ritorno dalla serata finale di Absolute. Entro a casa, mi metto il pigiama intontito e stanco; ascolto i vasti silenzi della periferia di Trieste. Nelle pause della bora i rumori del condominio. Sono le 4. Ma non riesco a dormire, c’è qualcosa ancora di elettrico. Inizio a leggere Pneuma. Mi coglie di sorpresa la citazione da La voce di Narciso, di Carmelo Bene: "Nella scrittura vocale, poesia è la voce. Il testo è la sua eco." Queste parole immediatamente mi riportano all’intervista (...)
26 commenti

di Tommaso Ottonieri

Articolo postato martedì 4 ottobre 2005
da Tommaso Ottonieri
.......posto così - sollecitato - giusto forse per uscire dal guscio del silenzio (o forse dalla palus ipercomunicativa che, ci, sprofonda) - un pezzo scritto per "Carta", un numero credo di fine giugno; il poscritto che è alla fine è nuovo, però, e mi sembra che ponga - oniricamente, un po’ (qui è notte fonda) la questione meno accademica e più urgente. (certo mi guardo bene dall’inventare alcun tipo di risposta, le risposte si accavallerebbero a milioni sui circuito stampato e poi a quest’ora sto (...)
18 commenti

La prima antologia italiana dell’opera di Haroldo de Campos

Articolo postato domenica 2 ottobre 2005
da Lello Voce
Haroldo de Campos (San Paolo del Brasile, 1929-2003) è stato uno dei fondatori della Poesia Concreta internazionale e, a partire dai primi anni Cinquanta e dalla creazione con il fratello Augusto e con Decio Pignatari della rivista Noigandres, uno dei maggiori protagonisti della scena poetica brasiliana e internazionale. La sua attività si muove liberamente dalla poesia lineare a quella concreta, sonora e visiva. Enorme è stata anche la sua attività di traduttore e teorico della traduzione - (...)
0 commenti
Articolo postato lunedì 26 settembre 2005
da Marianna Marrucci
È vero che la poesia non è morta; è malata piuttosto, ovvero è malata una certa idea di poesia come oggetto tipograficamente codificato e immediatamente riconoscibile come tale, fruibile in uno spazio-tempo individuale e separato. Malata non perché la si pratichi male o -tanto meno- poco, ma per una debolezza di presa e di mordente sociale. Se, come scrive Lello Voce, Groppi d’amore nella scuraglia di Tiziano Scarpa è un esempio della vitalità della poesia, credo che lo sia anche e soprattutto (...)
6 commenti
Articoli precedenti:
... | < 65 | 66 | 67 | 68 | 69 | 70 | 71 | 72 | 73 | 74 |>