Teoria e critica
 
 
Home page > Teoria e critica
Articolo postato giovedì 9 dicembre 2010
Ne segue sùbito un’altra, a meno che non sia un inciso. Non c’è che dire, il reverendo Sterne, a furia di procedere elicoidale fra pulpito e pressa, la sapeva lunga, e nella vita di ciascuno di noi, che è una digressione che ci auguriamo ampia, i fatti talvolta si torcono ad incontrare le opinioni, sempre che non siano queste ultime a presentire, o quanto meno prefigurare, un evento che Alain Badiou chiamerebbe in attesa del suo nome. Le cose che accadono insomma stanno lì, sono in verità (...)
0 commenti

par Stéphanie Eligert

Articolo postato mercoledì 8 dicembre 2010
Voici un livre merveilleux. Le dispositif est simple : un sujet parcourt à pied les 200,1 km du périphérique de Londres – nommé London Orbital -, et choisit de décrire tout ce qu’il voit. Enfin, « tout », ce n’est pas exact, son dispositif n’a pas cette pesanteur exhaustive. Au contraire, en bon psychogéographe (tout aussi influencé, semble-t-il, par l’énergie horizontale des Beat que par les dérives situationnistes), Sinclair est exclusivement sensible à des seuils urbains. Rappelons cette magnifique (...)
0 commenti

di Enzo Mansueto

Articolo postato martedì 30 novembre 2010
L’ABBRACCIO DELLA LINGUA Intervista a Jamie McKendrick Jamie McKendrick è uno dei più interessanti poeti inglesi viventi. Nato a Liverpool nel 1955, ha studiato presso l’università di Nottingham e insegnato, da madrelingua, presso l’università di Salerno, dove ha approfondito la propria non comune, per il mondo anglosassone, conoscenza della poesia italiana contemporanea. Alla raccolta d’esordio del 1991, The Sirocco Room, edita dalla Oxford University Press, sono seguite altre quattro (...)
2 commenti

di Luca Baldoni

Articolo postato martedì 23 novembre 2010
Numero_7: PASOLINI parte I Su Pasolini ci sarebbe troppo e tutto a dire, per questo cercherò di essere particolarmente sintetico. Il problema mi pare essere il seguente. Il personaggio (uso di proposito questa parola) è così noto, e la sua sessualità è stata una così grande parte di questa notorietà, che forse molti, troppi, pensano di sapere già cosa sia l’omosessualità di Pasolini e il suo rapporto con gli uomini prima di un’attenta verifica della sua opera. La vulgata più nota vede Pasolini (...)
1 commenti

di Andrea Sirotti

Articolo postato domenica 21 novembre 2010
MIA LECOMTE, Terra di risulta, (con una nota critica di Gabriela Fantato), La Vita Felice editore, Milano, 2009. di Andrea Sirotti Il titolo Terra di risulta allude a una terra smossa, dislocata, movimentata a forza. Ed è proprio l’allontanamento, il trasferimento, il ritrovarsi “altri” e “altrove” il tema principale di questa silloge poetica. E il fatto che nello spostamento ci si ritrova fatalmente fuori fuoco, straniati, relegati in ruoli imposti, non propri. Nella splendida Cirene, la (...)
0 commenti
Articoli precedenti:
... | < 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 |> |...