Poesia
 
 
Home page > Poesia

Sacro

Articolo postato lunedì 10 settembre 2012
da italo testa
Gianluca D’Andrea (Messina, 1976) poeta, critico e traduttore. Suoi testi in antologie e numerose riviste italiane. Finalista al Premio Cetonaverde Poesia 2011. Ha pubblicato: Il Laboratorio (Lietocolle, 2004); Distanze (2007); Chiusure (Manni, 2008); Canzoniere I (L’arcolaio, 2008); Evosistemi (Edizioni L’Arca Felice, 2010). Sacro Nothing that is not there and the nothing that is. W. Stevens I La sera al ritorno a casa il fatto che tu possa realizzare la (...)
3 commenti

testi + mp3

Articolo postato domenica 12 agosto 2012
da Marco Simonelli
Per Jacopo Ramonda le sue prose brevi sono "l’equivalente letterario di un album di polaroid che ritrae dettagli, presentimenti, rivoluzioni silenziose ed eventi marginali". Non ci è dato sapere da quale testo base siano estrapolati questi "cut up"; forse tale termine, in questo caso, non è da intendersi nell’accezione "tagliare a pezzi", piuttosto in quella di "sradicare": potremmo trovarci di fronte a brani isolati di una o più epopee contemporanee di cui non conosciamo né prologo né epilogo. (...)
1 commenti

6-10 agosto in Emilia Romagna

Articolo postato sabato 11 agosto 2012
da Marco Simonelli
“Vola alta parola, cresci in profondità”, è il verso di Mario Luzi scelto per la seconda edizione della rassegna di poesia e musica “L’importanza di essere piccoli” organizzata dall’Associazione Culturale SassiScritti Circolo Arci di Porretta Terme (Bo) con la direzione artistica di Azzurra D’Agostino e Daria Balducelli. Una rassegna che attraversa i luoghi inusuali spesso abbandonati delle province montane, borghi e paesi dimenticati in cui ancora è possibile assaporare un’atmosfera di (...)
0 commenti

Porta a ognuno

Articolo postato venerdì 1 giugno 2012
da italo testa
Cristiano Poletti è nato nel 1976 a Treviglio, in provincia di Bergamo. Ha pubblicato: Mari diversi, Book Editore, 2004; Non Nome, Manni, 2007, Porta a ognuno, L’arcolaio, 2012. Dal 2007 organizza TreviglioPoesia - festival di poesia e videopoesia. Chiaro il resto Su per la collina, poi in cima l’ordine di un disegno, la casa, pare un cerotto messo al prato. Confuso, il viso prestato al paesaggio, ferito dai giorni, non sa la trincea di ogni notte - ogni notte più (...)
2 commenti
Articolo postato sabato 10 marzo 2012
da Renata Morresi
Da (le nudecrude cose) a. Le nudecrude cose se ne fottono o, più esattamente, restano imperturbabili. Hai voglia a ricoprirle con tappezzieri, pittori, arredatori. C’è sempre la carta vetrata, al fondo del muro, l’asse maestro. Dietro, l’oceano. b. Molti, furbissimi, ne profittano occultandole a proprio uso e consumo. I più infilano occhiali, rosa nera, ignavi. Per paura. Un tacito patto a ignorarle finché è possibile: è possibile per poco. c. Se immagina l’intelaiatura, lo scheletro, è (...)
10 commenti
Articoli precedenti:
< 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |> |...