Polemos
 
 
Home page > Polemos

(L’ intellettuale oggi resiste se crea prodotti intercambiabili. Se fa manovalanza)

Articolo postato mercoledì 3 settembre 2008
da Luigi Nacci
Nove: «Oggi conta più Corona di Umberto Eco» Alcuni anni fa ha scritto «Superwoobinda», su una generazione priva di futuro. Poi il futuro è arrivato e ha scritto «Mi chiamo Roberta, ho 40 anni, guadagno 250 euro al mese». Ora Aldo Nove immagina (e ci scrive una poesia) torme di intellettuali che aspettano avanzi di sushi sotto il balcone di un idraulico. Perché non ha fatto l’ idraulico? «Faccio parte del sogno italiano dei miei genitori, non ricchi, di far studiare il figlio. Mi sono ritrovato con (...)
2 commenti

Crisi della poesia? Crisi dell’alfabetismo? Un articolo di Tullio De Mauro sulla situazione italiana

Articolo postato domenica 10 agosto 2008
da Marco Giovenale
Analfabeti d’Italia Tullio De Mauro da "Internazionale", n. 734, 6 marzo 2008 e s/forw Solo il 20 per cento degli adulti italiani sa veramente leggere, scrivere e contare * Cinque italiani su cento tra i 14 e i 65 anni non sanno distinguere una lettera da un’altra, una cifra dall’altra. Trentotto lo sanno fare, ma riescono solo a leggere con difficoltà una scritta e a decifrare qualche cifra. Trentatré superano questa condizione ma qui si fermano: un testo scritto che riguardi fatti (...)
0 commenti
Articolo postato venerdì 30 maggio 2008
da Nevio Gambula
Ebbene sì, lo sgradevole personaggio in questione sono io, almeno secondo il parere del poeta Aldo Nove. Questo giudizio profondo sul sottoscritto lo potete leggere qui: «Uno sgradevole personaggio della mia stessa ideologia politica, Nevio Gambula, ha scritto una specie di saggio, che circola su Internet, su quanto sia schifoso oggi scrivere un poema ligio alla dottrina della Chiesa… Non è stato l’unico a non avere capito niente di Maria». Lo prendo come complimento, ovviamente, dato che (...)
6 commenti
Articolo postato domenica 25 maggio 2008
da Valerio Cuccaroni
MANIFESTO DELLA POLIETICA Politica Poetica Etica La Polietica è sovranazionale. Dichiariamo dis-onorevoli i Parlamentari corrotti e non consacrati al Bene comune di tutti i Parlamenti, im-potenti i Potenti corrotti e non consacrati al Bene comune di tutti i Potentati. È giunta l’ora di partecipare e procedere a una sistematica occupazione poetica dello spazio. Le scienze sociali hanno illustrato l’efficacia della cooperazione, dei sistemi partecipativi, degli atteggiamenti pro-attivi. Le (...)
23 commenti

(una domanda sorta dopo la lettura di un articolo)

Articolo postato venerdì 9 maggio 2008
da Luigi Nacci
(o meglio: Rondoni, QUALI TRADIZIONI?) *** Lettera a Bondi Caro ministro poeta, fa vivere la tradizione di Davide Rondoni Caro Sandro, naturalmente dopo la tua nomina sono già iniziate le irrisioni sulla tua passione per la poesia, eppure credo che non sia male avere un ministro dei Beni Culturali che ama la poesia. Sugli esiti della tua scrittura in versi, sospesa tra una adolescenza non ingenua e una volontà di canto, ho già scritto in una prefazione che hai avuto la (...)
22 commenti
Articoli precedenti:
... | < 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 |> |...