pubblicato domenica 9 ottobre 2005
Dopo l’intervallo il Festival si avvia alla conclusione con la lettura di Elio Pagliarani. L’autore dei romanzi in versi ha offerto una selezione (...)
pubblicato sabato 8 ottobre 2005
Apre la serata Pierluigi Cappello, poeta prescelto dal comitato scientifico presieduto da Cesare Tomasetig, durante l’incontro "La nuova poesia (...)
pubblicato sabato 8 ottobre 2005
Arnaldo Antunes - Prove Arnaldo Antunes - Prove Dopo le prove per il concerto di poesia della serata presso il teatro comunale, Arnaldo (...)
 
Home page > Absolute Poetry Festival > October Poetry Festival 2005 > DIARIO DI BORDO > Diario di bordo - Poetry Slam regionale

Diario di bordo - Poetry Slam regionale

Immagini e risultati della sfida

Articolo postato mercoledì 5 ottobre 2005
da nuvoleonline

La serata prima dell’inizio del Festival ha visto diversi partecipanti sfidarsi in un Poetry Slam regionale, alle ore 21.00 presso lo spazio della Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone.

L’EmCee Lello Voce ha brevemente introdotto le regole di uno Slam, passando poi alla scelta della giuria tra le file del pubblico.

JPEG - 30.2 Kb
Introduzione
JPEG - 33.7 Kb
L’EmCee sceglie la giuria tra il pubblico
JPEG - 7.3 Kb
Matteo Danieli
JPEG - 26.5 Kb
I cronometristi
JPEG - 8.4 Kb
Manuel Fanni Canelles
JPEG - 8.3 Kb
Christian Sinicco
JPEG - 7.7 Kb
Francesca Spessot
JPEG - 22.3 Kb
Furio Pillan
JPEG - 7.2 Kb
Fabrizio Maurel
JPEG - 6.7 Kb
Luigi Nacci
JPEG - 26.9 Kb
Il voto della giuria

Dopo il primo giro di interventi sono emersi i tre finalisti: Fabrizio Maurel al terzo posto con 40.2 punti, Luigi Nacci al secondo con 51,1 punti, ed infine Furio Pillan, con 51,7 punti, risultato il vincitore della sfida.

Portfolio

Introduzione L'EmCee sceglie la giuria tra il pubblico Matteo Danieli I cronometristi Manuel Fanni Canelles Christian Sinicco Francesca Spessot Furio Pillan Il voto della giuria Fabrizio Maurel Luigi Nacci

3 commenti a questo articolo

> Diario di bordo - Poetry Slam regionale
2005-10-08 18:12:00|di maria

Faccio i miei complimenti all’unica poetessa della serata : tra tanti uomini,ha tenuto alto l’orgoglio femminile... avvincente il duello all’ultimo sangue e nononstante la mia parzialità di giurata spergiura,meritata la vittoria di Pillan,con ancor più avvincente doppio slam che è proseguito al bar in tarda serata... Pillan : un vero gentleman,incassa una maglietta e versa vino a tutti-e non t’abbiamo neanche ringraziato!-


> Diario di bordo - Poetry Slam regionale
2005-10-06 15:21:18|di lajos undor

racconto impeccabile. la verità è che nacci ha con-donato 6 centesimi a pillan acciocché il giovane ingegnere tornasse a milano più gaudente - ha in sostanza evitato un suicidio. così è pareggio dopo la vittoria nacciana di 2 anni fa in trasferta (vale doppio, no?). la grande sfida per la vittoria finale dove avverrà? organizzatori di slam, fatevi vivi! gli ammutinati scenderanno a spargere il sale sulle vostre città, paludi in cui la poesia appiccica e smuore, sarete bonificati e di questo godrete, come tanto tempo fa. così è scritto.


> Diario di bordo - Poetry Slam regionale
2005-10-06 13:54:36|di Christian

A due anni di distanza dal sacco di roma, per cui ad uno slam su 150 poeti circa Nacci arrivò primo e Pillan secondo, per sei centesimi di punto quest’ultimo si prende la rivincita. Sulle scelte della giuria hanno prevalso le poesie strappalacrime. Il tutto mentre Maurel si posiziona al terzo posto, in virtù di una buona prima manche (le poesie le aveva scritte il giorno stesso e quello precedente, e forse più di tutte era meglio quella scritta qualche ora prima). Per pochi centesimi, dopo la prima manche, la friulana Spessot (grande interpretazione) quasi soffia il posto a Maurel (in virtù di quale nume è arrivato terzo? Probabilmente Visnu, o qualche altra triade indiana), tutto questo mentre Danieli legge in maniera impeccabile la peggiore poesia della sua produzione, Sinicco fa il radicalpolitik ma non viene compreso dalla giuria (il pubblico apprezza ma non basta ad influenzare il 7- dei giurati; la verità è che la performance non se l’era studiata, passando il suo tempo migliore a dormire negli ultimi 4 giorni)... Fanni Canelles, armato di poesie della durata di 30 secondi, le ha attaccate in interpretazione schizofrenica al fine di raggiungere i 3 minuti (ineguagliabile): arriva ultimo non capito nella sua genialità.


Commenta questo articolo


moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Un messaggio, un commento?
  • (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Chi sei? (opzionale)